Domande frequenti

Ci

Le costruzioni a struttura portante in legno possono essere realizzate in qualsiasi contesto ambientale, anche perché nella maggior parte dei casi sia dalle finiture esterne che da quelle interne è impossibile capire se si tratta di costruzioni in legno o tradizionali. Nessuna amministrazione ha mai imposto limiti alle costruzioni in legno,  anzi alcune amministrazioni applicano delle riduzioni degli oneri di urbanizzazione per questi edifici particolarmente performanti dal punto di vista energetico.

Quanto

La durata di una abitazione in legno è analoga a quella di una struttura realizzata con i sistemi costruttivi tradizionali. Le condizioni fondamentali per la preservazione del legno sono la protezione dello stesso dall’umidità di risalita e di condensa. D’altro canto, relativamente alla durata del legno non vi è alcuna perplessità, basta guardare gli innumerevoli esempi di fabbricati antichi ancora in ottimo stato di conservazione, dalle case del medioevo alle pagode giapponesi con più di mille anni.  Costruzioni in legno di elevata qualità e mantenute a regola d’arte sono in grado di rimanere funzionali per svariati secoli.

Quanto

Il costo di una casa in legno, preventivato all’inizio, rimane fisso ed invariato in corso d’opera. Il costo, a  parità di finiture è simile o leggermente inferiore a quello di una casa in muratura tradizionale. E’ comunque un ragionamento riduttivo valutare il vantaggio economico come semplice confronto tra il costo di una casa in legno ed un’altra di pari dimensioni realizzata con i materiali da costruzione tradizionali perché non si tengono in considerazione i molti altri vantaggi che caratterizzano le strutture in legno:

  • il minor peso delle strutture in legno consente la realizzazione di fondazioni più piccole e quindi meno costose;
  • la velocità costruttiva con tecnologia in legno determina una riduzione significativa dei tempi di cantiere di almeno il 50% con minori costi per noleggio di attrezzature (gru, ponteggi,       macchinari) da un lato, e dall’altro da la possibilità di fruire prima dell’abitazione rispetto ai metodi costruttivi tradizionali;
  • l’ottima efficienza energetica ottenuta dall’edificio in legno comporta un elevato comfort termo-igrometrico con grandi risparmi dei costi energetici di combustibile;
  • le pareti delle case in legno pur avendo prestazioni termiche superiori, hanno uno spessore ridotto rispetto a quelle in muratura, quindi,  a parità di dimensioni esterne risulta esserci maggiore superficie utile interna;
  • la bellezza del materiale lasciato a vista come nel caso di coperture o solai consente un risparmio del costo di intonaci e tinteggiature
  • il valore di mercato dell’abitazione si mantiene nel tempo.

Quanto

Il tempo è molto variabile in relazione alle dimensioni del fabbricato da eseguire, in linea di massima per la realizzazione di una abitazione chiavi in mano della superficie fino a mq 250 sono necessari circa 4/5mesi di cui 1 mese per portare il fabbricato al grezzo avanzato. Paradossalmente l’iter burocratico necessario per ottenere i permessi di costruzione richiede a volte un tempo maggiore della costruzione stessa. In ogni caso Ecobuildings, alla firma del contratto, garantisce tempi certi di costruzione.

Una

Il legno è un materiale con ottime caratteristiche di coibentazione termica, basti pensare che una parete in legno spessa 10cm isola quanto una parete in mattoni pieni dello spessore di cm 55. La tipologia base delle pareti esterne  progettate da Ecobuildings prevedono una coibentazione esterna a cappotto (minimo cm. 14,00)  in lana minerale ad alta densità mentre all’interno una controparete a doppia lastra di gesso interponendo un isolante in lana minerale (spessore minimo 4,00 cm). Tali caratteristiche sono in grado di offrire prestazioni minime in termini di valori di trasmittanza termica pari a 0,17 W/m2K  e sfasamento termico di 12h, molto superiori rispetto alle più evolute pareti in muratura.

Altri vantaggi dall’impiego della tecnologia costruttiva con pannelli xlam sono i seguenti:

  • la temperatura superficiale del legno nei locali riscaldati è maggiore rispetto a quella dei tradizionali materiali costruttivi (cls, mattoni, intonaco)
  • il legno essendo un cattivo conduttore di calore, risolve tutte quelle problematiche dei ponti termici difficilmente eliminabili nelle costruzioni realizzate con materiali costruttivi tradizionali come ad esempio l’attacco a terra delle costruzioni.
  • le pareti in legno, unitamente all’intercapedine interna e la coibentazione esterna sono in grado di raggiungere ottimi livelli di isolamento acustico dai rumori esterni.

Quanti

I pannelli portanti xlam presentano ottime caratteristiche meccaniche che associate ad un peso contenuto, consentono senza problemi la realizzazione di fabbricati di svariati piani. Molti sono gli esempi di fabbricati di imponenti dimensioni, come la recente realizzazione di edifici a 9 piani costruiti interamente con struttura xlam.  Diversamente le strutture a telaio essendo composte da pannelli senza una struttura continua offrono prestazioni statiche molto inferiori.

Si

Le strutture portanti a pannelli xlam, diversamente da quanto accade per le costruzioni a telaio, essendo costituite da pannelli pieni con ottime caratteristiche meccaniche, salvo verifica statica, concedono anche una volta ultimato il fabbricato la possibilità di essere gravate dai carichi derivanti da ulteriori sopraelevazioni, ampliamenti laterali. Sono inoltre sempre possibili interventi di modifica in corso d’opera e a edificio ultimato, come la creazione di nuove fori per gli infissi o anche lo spostamento delle intere pareti.

 

Il

Le strutture in legno non sono mai attaccate da funghi e parassiti perché in esso non trovano le condizioni necessarie: lo sviluppo delle larve dei parassiti vegetali infatti avviene in presenza di un periodo prolungato di umidità del legno superiore al 20% mentre per quelli animali del 24%.  Dato che i legnami utilizzati sono “disidratati” le larve non hanno condizioni di vita favorevole e quindi non si sviluppano, per tal motivo per la conservazione del legno lamellare non è necessario alcun trattamento dato che lo stesso mantiene le proprie caratteristiche organolettiche invariate nel tempo.  Inoltre le strutture in legno sono protette sia all’esterno che all’interno da materiali isolanti ed inorganici che consentono la traspirazione evitando le condizioni che portano alla formazione delle muffe.

Si

La tecnologia costruttiva con pannelli xlam, è la più adatta ed economica nel caso di ampliamenti e sopraelevazioni, in quanto, il legno rispetto ad altri materiali (calcestruzzo-laterizio) è notevolmente più leggero e non produce carichi eccessivi sulle strutture preesistenti.  Inoltre, come spesso accade, i disagi di chi vive all’interno dell’abitazione da ampliare, sono ridotti al minimo grazie alla velocità costruttiva con minori tempi di cantiere.

Come

In un paese come il Giappone che presenta un elevato grado di sismicità, le case sono in buona parte costruite in legno, materiale che come confermato da studi e simulazioni, è in grado di offrire in caso di sisma un grado di sicurezza superiore a quello delle strutture tradizionali. Il legno di fatto possiede una resistenza a compressione pressoché analoga a quella del calcestruzzo comunemente usato nei fabbricati, con il vantaggio che il peso specifico del legno e pari a circa 1/5 di quello del calcestruzzo.  Tali peculiarità permettono la realizzazione di strutture in grado di subire scosse sismiche molto forti senza subire gravi danneggiamenti.

Perché

Il legno è un materiale naturale, una fonte inesauribile e rinnovabile dato che cresce con l’energia solare. Inoltre, tra tutti i materiali in edilizia è quello che per arrivare al prodotto finito i processi di lavorazione e trasporto richiedo la più bassa quantità di energia, mediamente per ogni metro cubo di legno sono necessari mediamente 20 Kwh. Per la produzione di un metro cubo di calcestruzzo il fabbisogno è pari a circa 200 Kwh e per l’acciaio sono necessari 500 Kwh.

Le

Il legno impiegato nelle costruzioni deriva solo da aree soggette a riforestazione. Da notare inoltre che sulle alpi, in una sola ora, vi è un accrescimento del legno pari a centinaia di metri cubi che possono essere impiegati nelle costruzioni.

Che

Il legno della struttura portante delle pareti xlam è protetto in caso d’incendio; all’esterno dal cappotto in  materiale isolante ignifugo ed all’interno da una intercapedine interna in gesso rivestito con lana minerale.In ogni caso il legno, contrariamente all’immaginario collettivo, pur essendo un materiale combustibile, offre una notevole resistenza in caso di incendio, anche superiore a quella delle costruzioni tradizionali. Questo buon comportamento è determinato dal fatto che sotto l’azione delle fiamme, le parti più esterne della sezione subiscono un processo di carbonizzazione con la formazione di una pellicola superficiale protettiva che rallenta il processo propagazione della fiamma verso l’interno della sezione. La diminuzione della sezione portante dell’elemento strutturale, differentemente dall’acciaio, avviene molto lentamente consentendo allo stesso di assolvere la propria funzione statica. Prova che le costruzioni in legno offrano una adeguata sicurezza in caso di incendio è il fatto che sono svariati gli esempi di edifici soggetti a grande affollamento come scuole realizzati in legno. Inoltre anche le assicurazioni, non applicano premi maggiorati nel caso di edifici con struttura in legno.